Cos'è il piano di comunicazione

Il piano di comunicazione va creato, gestito,
controllato e verificato
Il piano di comunicazione è un progetto che illustra le strategie, le attività, i tempi e le risorse che saranno impiegati per raggiungere gli obiettivi di comunicazione del vostro servizio/prodotto o della vostra azienda.

Il piano di comunicazione può essere "preliminare", se si tratta di un primo approccio strategico, o di un piano "operativo", se scende nella fattibilità tecnica e nei dettagli logistici delle attività e degli strumenti. Il percorso metodologico che porta alla progettazione e alla costruzione del piano di comunicazione prevede quattro macrofasi.


Si tratta di un percorso a tappe che ricorda anche le dinamiche e le tecniche che regolano, e non a caso, la relazione amorosa di conquista tra due persone:

  1. Brand & Market Insight: è la fase iniziale di analisi di mercato, dei concorrenti e degli stakeholders. E' il: "Dove siamo?", "Chi ci interessa?"
  2. Strategy & Planning: L'analisi strategica, la creazione dell'idea e la costruzione di alleanze: "Come procediamo?", "Che cosa ci inventiamo?"
  3. Management & Control: l'implementazione operativa delle attività, il controllo di gestione del budget: "Che cosa facciamo?", "Quanto ci costa?"
  4. Return & Evaluation: misurazione dei risultati e impatto in termini di vendite, notorietà e reputazione: "Come è andata?", "Ne è valsa la pena?"
Nella redazione di un piano di comunicazione si susseguono e si incrociano attività di raccolta di informazioni (briefing, indagini interne ed esterne), attività di analisi (scenario competitivo, strumenti di media relations, campagne pubblicitarie), generazione di idee creative (eventi, concorsi, campagne) e azioni di misurazione dei risultati (articoli della rassegna stampa, visitatori on-line, contatti televisivi, partecipanti agli eventi ecc.)

Nessun commento:

Posta un commento